Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

PENA DI MORTE, ALL’ONU CRESCE IL FRONTE DEL NO

20 dicembre 2020:

Elisabetta Zamparutti su Il Riformista del 18/12/2020

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha chiesto a gran voce la moratoria delle esecuzioni capitali. Lo ha fatto mercoledì sera (16 dicembre) quando 123 Stati, sui 193 membri dell’ONU, hanno votato la Risoluzione che chiede siano sospese impiccagioni, fucilazioni e decapitazioni in modo da andare verso l’abolizione definitiva della pena di morte. I rimanenti Stati sono andati in ordine sparso: 38 contrari, 24 astenuti e 8 assenti. Positivo che, per la prima volta, due Paesi mediorientali, la monarchia di re Abd Allāh II di Giordania e il Libano, abbiano votato a favore. Lo hanno fatto insieme a Gibuti e Corea del Sud.
E poi, come un magnete, la Risoluzione ha richiamato a sé il voto favorevole di 4 Stati – le Filippine del “cattivo” Rodrigo Duterte, il Congo, la Guinea e Nauru – che la volta precedente avevano votato contro. Va apprezzato anche chi ha voluto andare incontro alla Risoluzione passando da un voto contrario all’astensione, come lo Yemen e lo Zimbabwe del Presidente Mnangagwa con cui tanto abbiamo dialogato. Certo, alcuni Stati, 6, sono passati a un voto contrario nonostante si fossero precedentemente astenuti o avessero votato a favore. Ma sono certa che si recupereranno. Perché l’abolizione della pena di morte è un processo inesorabile e ogni volta che la Risoluzione va al voto guadagna consensi. Questa volta, l’ottava, ne ha guadagnati due rispetto al 2018 quando 121 Paesi votarono a favore. Ne ha guadagnati una ventina rispetto al 2007 quando per la prima volta il testo fu approvato con 104 sì.
Questa Risoluzione è una pietra miliare dell’abolizione della pena di morte e un fiore all’occhiello dell’Italia che nel mondo è riconosciuta per questa battaglia grazie alla quale brilla ancora un riflesso di patria e culla del diritto. Una battaglia nella quale anche il Ministro Di Maio si è riconosciuto e si è impegnato, con la Vice Ministra Marina Sereni, per assicurarne il successo.
La concepirono poche persone, Marco Pannella, Sergio D’Elia, Maria Teresa di Lascia, quando nel 1993 fondarono Nessuno tocchi Caino. Scelsero Caino, il colpevole per eccellenza per far dire al mondo: basta pena di morte! Fecero avverare la profezia biblica che vuole Caino trasformarsi in costruttore, in questo caso costruttore di un nuovo diritto umano, quello a non essere uccisi per mano dello Stato.
Convinsero così nel 2007 il Governo italiano a dar seguito alle richieste unanimi del Parlamento italiano ed europeo a presentare la Risoluzione con un’azione nonviolenta che comportò per Pannella uno sciopero della sete di quasi otto giorni a cui poi aggiunse, insieme a D’Elia, uno sciopero della fame di tre mesi. Si trattò di aiutare a far superare più che la resistenza dei Paesi mantenitori, quella del conformismo sostenuto da prestigiose ONG per cui l’abolizione sarebbe stata meglio della moratoria e che comunque il mondo non era pronto a votare neppure la moratoria.
Oggi la Risoluzione arriva in un mondo in cui assistiamo, da un lato, a decisioni colme di grazia come quella del Presidente della Tanzania John Magufuli che nel giorno dell’Indipendenza, il 9 dicembre, ha commutato tutte le 256 condanne a morte. Dall’altro, all’impiccagione in Iran di liberi pensatori come di recente quella di Ruhollah Zam. Si tratta dunque di usarla questa risoluzione, di usarne la forza politica, la forza morale e chiedere sempre a quei Paesi che ancora mandano sul patibolo uomini e donne di fare la grazia di non farlo più. Perché la pena di morte è un ferro vecchio della storia, un anacronismo intollerabile di cui l’umanità si deve liberare. Perché Caino più che farlo penzolare al cappio è meglio per tutti che diventi costruttore di città.

Altre news:
BANGLADESH: DUE CONDANNATI A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN BAMBINO
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE PER UN OMICIDIO A SCOPO DI RAPINA
EGITTO: UNA CONDANNA A MORTE PER OMICIDIO
COREA DEL NORD: CAPITANO DI PESCHERECCIO GIUSTIZIATO PERCHE’ ASCOLTAVA RADIO FREE ASIA
ONU: PER LA PRIMA VOLTA IL LIBANO VOTA A FAVORE DELLA MORATORIA SULLA PENA DI MORTE
‘MAMMA PERCHÉ NON POSSO PIÙ ABBRACCIARE PAPÀ?’ LA DOMANDA INNOCENTE DELLA FIGLIA DI UN DETENUTO
IRAN - Rasoul Ferdows è stato giustiziato nella prigione di Boroujerd il 18 dicembre.
MALESIA: GUARDIA DEL CORPO CONDANNATA A MORTE PER GLI OMICIDI DEL DATORE DI LAVORO E ALTRI DUE
IRAN - Agenti del ministero dell'Intelligence hanno distrutto la tomba di Navid Afkari
SRI LANKA: CINQUE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
BANGLADESH: OTTO CONDANNATI ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO E STUPRO DI UNA BAMBINA
IRAN - Mohammad Moradi è stato impiccato il 17 dicembre nella prigione di Saqqez
IRAN - Shahab Javid è stato giustiziato il 17 dicembre nella prigione centrale di Qom.
SINGAPORE: CITTADINO DEL BANGLADESH CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DELLA FIDANZATA
PENA DI MORTE. NESSUNO TOCCHI CAINO: ALTRO SUCCESSO DELLA MORATORIA ALL’ONU
USA - “Rapporto di fine anno” del Death Penalty Information Center.
GIAPPONE: CONDANNATO A MORTE PER GLI OMICIDI DI NOVE PERSONE CONTATTATE TRAMITE TWITTER
ZAMBIA: CONDANNATA A MORTE PER L’OMICIDIO DEL FIDANZATO
BANGLADESH: CINQUE ASSOLTI IN UN CASO DI STUPRO DI GRUPPO
IRAN - Francia, Germania e Austria reagiscono all'esecuzione del giornalista Zam
BANGLADESH: 10 CONDANNE A MORTE E 5 ALL’ERGASTOLO PER OMICIDIO
IRAN - Il forum commerciale UE-Iran subito dopo l'esecuzione di un giornalista manda un segnale sbagliato
IRAN - L’Iran convoca gli ambasciatori di Francia e Germania e considera “intromissioni” le critiche per l’esecuzione di Zam.
‘PIANGIAMO NOSTRO FRATELLO, PERDONIAMO CHI L’HA UCCISO. È NOSTRO FRATELLO ANCHE LUI’
GIORDANIA: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO DI UN AGENTE ANTI-DROGA
GIAPPONE: CONDANNATO A MORTE PER GLI OMICIDI DI CINQUE PERSONE
RITA NON SI FERMA: GIÀ UN MESE DI DIGIUNO PER SALVARE L’UMANITÀ DOLENTE IN CARCERE
TANZANIA: CONDANNE A MORTE COMMUTATE PER 256 PRIGIONIERI DEL BRACCIO DELLA MORTE
USA - Federale. Brandon Bernard, 40 anni, nero, è stato giustiziato.
USA - 9 persone che hanno partecipato all'esecuzione di Hall positivi al COVID-19

[<< Prec] 1 2 3 4 [Succ >>]
2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits