Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Wesley Purkey
USA - Wesley Purkey
USA - L'esecuzione federale di Wesley Purkey, che era fissata per il 15 luglio alle 16, è stata temporaneamente sospesa

16 luglio 2020:

L'esecuzione federale di Wesley Purkey, che era fissata per oggi, 15 luglio, alle 16, è stata temporaneamente sospesa per ricorsi incentrati sulla “competenza mentale”, sui rischi per la salute del suo consigliere spirituale, e sull’inadeguata assistenza legale.

Gli avvocati di Purkey, il secondo dei tre detenuti federali la cui esecuzione era fissata nella settimana iniziata il 13 luglio, stanno cercando di fermare l’esecuzione, sostenendo che lo stato avanzato della sua malattia mentale (Alzheimer) e della demenza lo rendono ormai “incompetente”. Per “incompetente” nella legge e nella prassi statunitense, sia federale che statale, si intende che un condannato a morte al momento dell’esecuzione deve essere consapevole di quello che sta per accadere, e soprattutto del motivo, ossia che si tratta di una punizione per il suo comportamento. La Corte Suprema degli Stati Uniti nel corso degli anni ha posto linee guida abbastanza precise su quale debba essere il livello di “competenza” perché un imputato possa essere ritenuto completamente responsabile delle proprie azioni al momento della commissione del reato, e quindi condannato a morte. Sui decadimenti delle facoltà intellettive che intervengono durante la detenzione invece la giurisprudenza è meno precisa, e fatta salva una sentenza del 1986 che vieta le esecuzioni dei “non competenti”, manca l’uniformità per le linee guida accessorie, ossia ad esempio su chi debba effettuare la valutazione, su chi la debba disporre, quanto a ridosso dell’esecuzione, e come risolvere eventuali, probabili, contrasti tra esperti dell’accusa e della difesa. Siccome la questione della “competenza” riguarda la legge degli Stati Uniti, il ricorso è stato presentato alla Corte Federale di Washington DC. Tre importanti organizzazioni per i diritti delle persone con disabilità, National Alliance on Mental Illness, Mental Health America e Treatment Advocacy Center, hanno sollecitato il procuratore generale Bill Barr a fermare l'esecuzione di Purkey a causa della sua incompetenza.

Mentre Purkey contesta a Washington la costituzionalità della sua esecuzione sulla base della “competenza”, il suo consigliere spirituale, il monaco buddista Dale Hartkemeyer, sta chiedendo alla Corte Federale del 7° Circuito (con sede a Chicago ma competente per diversi stati, compreso l’Indiana, dove si trova il braccio della morte federale) un rinvio fino a quando non sarà passata la pandemia COVID-19. Hartkemeyer sostiene che condurre l'esecuzione durante la pandemia viola i suoi diritti come testimone dell'esecuzione, ponendolo davanti al dilemma se tradire il suo obbligo religioso di assistere Purkey nelle ultime ore, oppure rischiare la salute e potenzialmente la vita per viaggiare fino a Terre Haute e partecipare all'esecuzione.

Un terzo ordine di ricorsi, come dire, più convenzionali, sono stati avviati dagli avvocati di Purkey contestando alcuni passaggi del processo. Di solito questo tipo di contestazioni confluiscono nella definizione di “inadeguata assistenza legale”, una formula che copre la maggior parte delle irregolarità processuali che, anche se compiute dalla pubblica accusa, o dal giudice, o dalla giuria popolare, si assume che avrebbero potuto essere contrastate se il governo avesse fornito all’imputato un avvocato d’ufficio adeguatamente preparato. Anche questi ricorsi “convenzionali”, tipici delle ultime fasi prima di una esecuzione, sono incardinati davanti alla corte federale del 7° circuito.

Il 14 luglio sera la giudice federale di Washington Tanya Chutkan aveva emesso due “ingiunzioni preliminari” con cui ordina all’Amministrazione Penitenziaria di non effettuare l’esecuzione in attesa di ulteriori decisioni della Corte. Una delle due ingiunzioni riguarda la “competenza”, l’altra un fatto più tecnico, ossia il fatto che Purkey contrasta la richiesta del Department of Justice (DOJ), l’equivalente statunitense del ministero della giustizia, di concentrare tutti i ricorsi davanti alla corte del 7° Circuito, quella territorialmente competente per l’Indiana. Questa seconda ingiunzione riguarda anche la valutazione della costituzionalità del protocollo di iniezione letale federale, e quindi si estende anche alle altre 2 esecuzioni federali previste il 17 luglio e il 28 agosto.

La giudice Chutkan, 58 anni, nera nata in Jamaica, nominata nel 2014 da Barack Obama, è la stessa che nei giorni precedenti aveva sospeso l’esecuzione di Lee, esecuzione avvenuta ieri dopo che la sospensione era stata prima confermata dalla Corte d’Appello federale di Washington, ma poi annullata dalla Corte Suprema.

Come nel caso Lee, il DOJ ha fatto immediatamente ricorso.

Delle due ingiunzioni nel caso Purkey, la corte d’appello federale di Washington oggi (15 luglio) ha confermato la validità di quella sulla competenza, e non si è pronunciata sull’altra. Il DOJ ha fatto quindi ricorso alla Corte Suprema degli Stati Uniti dove, come sappiamo, i giudici conservatori sono 5, mentre quelli progressisti, tradizionalmente più attenti alle garanzie anche per i condannati a morte, sono 4.

Nel frattempo il 2 luglio la Corte d'Appello del Settimo Circuito, pur non accogliendo in toto la “inadeguata assistenza legale” di Purkey, aveva stabilito che richiesta era fondata, e motivata con argomenti non trattati in precedenza, quindi emetteva un ordine di sospensione in attesa di una più completa valutazione del caso.

La Corte del 7° Circuito invece il 15 luglio ha rigettato la richiesta del consigliere spirituale, il quale ha inoltrato un ricorso d’urgenza alla Corte Suprema degli Stati Uniti.

Il 15 luglio la Corte Suprema degli Stati Uniti ha annullato 5-4 la sospensione disposta dalla Corte del 7° Circuito sulla inadeguata assistenza legale. Il 16 luglio mattina la Corte Suprema degli Stati Uniti, con l’ormai consueto voto 5-4, ha annullato tutte le sospensioni delle corti di grado inferiore, ed ha dato il via libera all’esecuzione di Purkey, che il DOJ ha rimesso in calendario per le 10.30 (gmt) del mattino del 16 luglio, le 11,30 in Italia.

(Fonti: DPIC, The Next To Die, 15/07/2020)

Altre news:
IRAN: DUE PRIGIONIERI IMPICCATI NEL CARCERE CENTRALE DI URMIA
SUDAN: L’EX PRESIDENTE BASHIR RISCHIA LA PENA CAPITALE PER IL COLPO DI STATO DEL 1989
KUWAIT: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DELLA MOGLIE INCINTA
MALESIA: ONG, ‘NON TUTTI E SEI MERITANO L’IMPICCAGIONE’
IRAN: MAHMOUD MOUSAVI-MAJD GIUSTIZIATO PER SPIONAGGIO
BAHRAIN: LE AUTORITA’ RESPINGONO LE CRITICHE SULLA PENA DI MORTE
USA - California. Il coronavirus ha causato 39 morti nelle prigioni della California.
TAIWAN: ‘LE NUOVE LINEE GUIDA NON CAMBIANO UNA PRATICA BARBARA’
CINA: ‘MALATO MENTALE’ GIUSTIZIATO PER L’OMICIDIO DI UN BAMBINO
IRAN - Dopo mobilitazione social, Corte Suprema riconsidera condanne a morte di 3 attivisti politici, Saeed Tamjidi, Mohammad Rajabi e Amirhossein Moradi.
41-BIS: MONUMENTO SPECIALE DELLA LOTTA ALLA MAFIA, FOSSA COMUNE DI SEPOLTI VIVI
USA - Dustin Honken, 52 anni, bianco, è stato giustiziato nel penitenziario federale di Terre Haute, in Indiana.
SUDAN: ABOLITA PENA DI MORTE PER SESSO GAY E APOSTASIA
IRAN: GIUSTIZIATO UOMO ACCUSATO DI SPIONAGGIO PER CONTO DELLA CIA
USA - L'esecuzione federale di Wesley Ira Purkey è stata compiuta
LIBERIA: CAPO DI STATO MAGGIORE DELLE FORZE ARMATE CHIEDE LA PENA DI MORTE PER GLI STUPRATORI
CIAD: PENA DI MORTE COMPLETAMENTE ABOLITA
IRAN: DUE PRIGIONIERI POLITICI CURDI GIUSTIZIATI A URMIA
PENA DI MORTE: NESSUNO TOCCHI CAINO, TRUMP RIPORTA INDIETRO L’AMERICA
IRAN: IMPICCATO IN CARCERE A KERMANSHAH PER OMICIDIO
TAIWAN: I DETENUTI DA GIUSTIZIARE DOVRANNO INDOSSARE UN CAPPUCCIO
USA: DANIEL LEWIS LEE GIUSTIZIATO NEL PENITENZIARIO FEDERALE DI TERRE HAUTE IN INDIANA
BAHRAIN: CORTE DI CASSAZIONE CONFERMA CONDANNE CAPITALI DI DUE ATTIVISTI
USA - La giudice federale Tanya S. Chutkan ferma di nuovo le esecuzioni federali, a partire da quella di Lee che era in calendario per oggi alle 16.
IRAN: GIUSTIZIATO A MASHHAD PER AVER BEVUTO ALCOLICI
MALESIA: SEI CONDANNATI A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN VICE PROCURATORE
USA - La Corte d’Appello federale del 7° Circuito ha annullato la sospensione dell’esecuzione federale di Daniel Lewis Lee, che a questo punto torna ad essere in calendario per domani
SUDAN: ABOLITA LA PENA DI MORTE PER APOSTASIA
USA - Unione Europea. L'UE condanna gli Stati Uniti per l'intenzione di riprendere le esecuzioni federali.
USA - La giudice federale Jane E. Magnus-Stinson ha sospeso l’esecuzione federale di Daniel Lewis Lee

[<< Prec] 1 2 3 [Succ >>]
2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits