Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Amir-Hossein Moradi, Saeed Tamjidi e Mohammad Rajabi
Amir-Hossein Moradi, Saeed Tamjidi e Mohammad Rajabi
IRAN - In what has been perceived as a victory for the social media campaign Supreme Court reconsiders death sentences for Saeed Tamjidi, Mohammad Rajabi and Amirhossein Moradi

19 luglio 2020:

 

In what has been perceived as a victory for the social media campaign against capital punishment in Iran, the country’s Supreme Court has ruled to reconsider the death sentences issued for three young political activists.
The trio who are in their twenties are Saeed Tamjidi, Mohammad Rajabi and Amirhossein Moradi, who were arrested for taking part in the nationwide protests in November 2019 triggered by economic hardship but with strong anti-regime manifestations.
Last week, the Supreme Court had confirmed the death sentence issued by the Court of First Instance.
The move gave rise to one of the most widespread online campaigns in Iran as over 11 million Iranians promoted the hashtags “Don’t Execute” in Persian and “Stop Executions in Iran” in English.
The process of for carrying out execution stopped immediately after the Supreme Court’s ruling on Sunday July 19.
The defense lawyers of the three men said the Supreme Court has agreed to reconsider the case. Usually in similar cases, the Supreme Court sends the case to a lower court at equal standing with the first instance court to launch fresh investigations into the case.
Lawyers for Amirhossein Moradi, Mohammad Rajabi, and Saeed Tamjidi issued a joint statement, announcing that a request for retrial had been accepted by the Supreme Court. The three protesters arrested at the November 2019 nationwide demonstrations, were sentenced to death while their lawyers had no access to their case file until July 15th.
Speaking on Monday, July 20, Ebrahim Raisi, the head of the Islamic Republic's judiciary, claimed that public pressure played no role in the judiciary's decisions, without directly referring to the suspension of the sentences. He called what he claimed to be "propaganda and hysteria", ineffective.
Mahmood Amiry Moghaddam, director of Iran Human Rights, said: "The #اعدام نکنید (Don’t execute) campaign and the ensued media attention, provoked the international community’s reactions and increased the political cost of such sentences for the government. This shows that contrary to what government officials would have us believe, people have the power to make a difference. Through more unity and participation, each one of us can be effective and make change possible.”
On Sunday, July 19, four lawyers representing Amirhossein Moradi, Mohammad Rajabi, and Saeed Tamjidi issued a statement that read: "We are very hopeful that the verdicts will be overturned, and on that basis, submitted a request for the application of Article 474 to the head of the Supreme Court. According to the information received, fortunately this request was accepted by the Chief Justice and the case was referred to one of the branches of the Supreme Court for re-examination." According to the lawyers, the planned execution of the three protestors has been suspended until the determination of the judicial process.
On July 10, Mostafa Nili, the lawyer representing Saeed Tamjidi and Mohammad Rajabi, tweeted: "Unfortunately, the death sentences of my clients have been upheld by the Supreme Court." This sparked a mass online protest by Iranians that saw the “don’t execute” hashtag trend worldwide for hours. The unprecedented spread of the Farsi hashtag provoked a reaction from the international community, including UN human rights experts, who announced their support for the mass demand.
On July 15, Radio Farda reported: “Internet Access Disrupted In Iran As Uproar Rises Against Executions”. Following a string of announcements by the Islamic Republic of Iran about convictions, death penalties for protesters and executions of political prisoners, a wide cross-section of Iranian resorted to a campaign on social media against the authorities. The Persian hashtag #DontExecute trended in the world, occupying the highest spot Tuesday evening GMT time. Diverse individuals and groups usually at odds on social media united in supporting the call for the Iranian government to stop executions and persecution. Social media activists, including the exiled Prince Reza Pahlavi also began circulating the English version of the hashtag; #StopExecutionsInIran.
As the social media push gained momentum, reports emerged that internet connection in Iran was slowed down by providers that are controlled by the security organs of the Islamic Republic.
NetBlocks.org, an internet monitoring group tweeted that “Significant disruption to multiple networks in #Iran” at 21:30 local time significantly impacted “citizens’ ability to communicate; incident ongoing”.

https://en.radiofarda.com/a/iran-supreme-court-puts-death-sentences-on-hold-calls-for-new-investigation/30736139.html https://iranhr.net/en/articles/4337/

https://english.shabtabnews.com/2020/07/20/iran-supreme-court-puts-death-sentences-on-hold-calls-for-new-investigation/

https://en.radiofarda.com/a/internet-access-disrupted-in-iran-as-uproar-rises-against-executions/30726488.html

(Source: Radiofarda, IHR)

Altre news:
IRAN: DUE PRIGIONIERI IMPICCATI NEL CARCERE CENTRALE DI URMIA
SUDAN: L’EX PRESIDENTE BASHIR RISCHIA LA PENA CAPITALE PER IL COLPO DI STATO DEL 1989
KUWAIT: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DELLA MOGLIE INCINTA
MALESIA: ONG, ‘NON TUTTI E SEI MERITANO L’IMPICCAGIONE’
IRAN: MAHMOUD MOUSAVI-MAJD GIUSTIZIATO PER SPIONAGGIO
BAHRAIN: LE AUTORITA’ RESPINGONO LE CRITICHE SULLA PENA DI MORTE
USA - California. Il coronavirus ha causato 39 morti nelle prigioni della California.
TAIWAN: ‘LE NUOVE LINEE GUIDA NON CAMBIANO UNA PRATICA BARBARA’
CINA: ‘MALATO MENTALE’ GIUSTIZIATO PER L’OMICIDIO DI UN BAMBINO
IRAN - Dopo mobilitazione social, Corte Suprema riconsidera condanne a morte di 3 attivisti politici, Saeed Tamjidi, Mohammad Rajabi e Amirhossein Moradi.
41-BIS: MONUMENTO SPECIALE DELLA LOTTA ALLA MAFIA, FOSSA COMUNE DI SEPOLTI VIVI
USA - Dustin Honken, 52 anni, bianco, è stato giustiziato nel penitenziario federale di Terre Haute, in Indiana.
SUDAN: ABOLITA PENA DI MORTE PER SESSO GAY E APOSTASIA
IRAN: GIUSTIZIATO UOMO ACCUSATO DI SPIONAGGIO PER CONTO DELLA CIA
USA - L'esecuzione federale di Wesley Ira Purkey è stata compiuta
USA - L'esecuzione federale di Wesley Purkey, che era fissata per il 15 luglio alle 16, è stata temporaneamente sospesa
LIBERIA: CAPO DI STATO MAGGIORE DELLE FORZE ARMATE CHIEDE LA PENA DI MORTE PER GLI STUPRATORI
CIAD: PENA DI MORTE COMPLETAMENTE ABOLITA
IRAN: DUE PRIGIONIERI POLITICI CURDI GIUSTIZIATI A URMIA
TAIWAN: I DETENUTI DA GIUSTIZIARE DOVRANNO INDOSSARE UN CAPPUCCIO
PENA DI MORTE: NESSUNO TOCCHI CAINO, TRUMP RIPORTA INDIETRO L’AMERICA
USA: DANIEL LEWIS LEE GIUSTIZIATO NEL PENITENZIARIO FEDERALE DI TERRE HAUTE IN INDIANA
IRAN: IMPICCATO IN CARCERE A KERMANSHAH PER OMICIDIO
USA - La giudice federale Tanya S. Chutkan ferma di nuovo le esecuzioni federali, a partire da quella di Lee che era in calendario per oggi alle 16.
BAHRAIN: CORTE DI CASSAZIONE CONFERMA CONDANNE CAPITALI DI DUE ATTIVISTI
USA - La Corte d’Appello federale del 7° Circuito ha annullato la sospensione dell’esecuzione federale di Daniel Lewis Lee, che a questo punto torna ad essere in calendario per domani
MALESIA: SEI CONDANNATI A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN VICE PROCURATORE
SUDAN: ABOLITA LA PENA DI MORTE PER APOSTASIA
IRAN: GIUSTIZIATO A MASHHAD PER AVER BEVUTO ALCOLICI
USA - La giudice federale Jane E. Magnus-Stinson ha sospeso l’esecuzione federale di Daniel Lewis Lee

[<< Prec] 1 2 3 [Succ >>]
2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits