Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

DITEMI QUAL È IL CARCERE GIUSTO PER QUESTO INVALIDO AL 100 PER 100

5 dicembre 2020:

Rita Bernardini su Il Riformista del 4 dicembre 2020

C'è un detenuto nel carcere di Busto Arsizio che staziona in una cella dell'infermeria perché gravemente malato, invalido al cento per cento e non in grado di compiere gli atti quotidiani della vita. Ha 42 anni ed è affetto dall'infanzia da una patologia degenerativa in forma grave, nota come sindrome di Charcot-Marie-Tooth.
È in carrozzina con gli arti inferiori e superiori gravemente compromessi, sa che non potrà mai guarire ma sa (e lo sanno anche giudici e pm) che ha bisogno di riabilitazione continua per non peggiorare la sua condizione. Gli hanno messo un piantone, cioè un altro detenuto che lo aiuta (non un infermiere); da settembre non è in grado di farsi una doccia completa e si lava come può con la doccetta vicina al wc; in tutta la sua detenzione, che è iniziata il 4 luglio 2019, cioè 16 mesi fa, non ha mai potuto fare la fisioterapia che gli è indispensabile.
La presa delle mani, già debolissima, si è ulteriormente deteriorata e le gambe, più piccole del normale, sono gelide. A Busto Arsizio, ove è allocato dal 25 settembre, i medici fanno il possibile per aiutarlo - afferma sua sorella - ma non hanno personale e strutture sanitarie adeguati per alleviare le sue sofferenze. Fatto sta che ho in mano la relazione della ASL regionale dell'Emilia Romagna, redatta quando il detenuto si trovava nel centro clinico del carcere di Parma quindi, non come accade oggi, nella cella dell'infermeria dell'istituto penitenziario di Busto Arsizio. Ebbene, in quella relazione medico legale, datata 4 aprile 2020, si certificava l'importanza per il paziente di una terapia che sia intensa e soprattutto continuativa, "condizione non applicabile nel carcere di Parma", così come "non è eseguibile l'idro-chinesiterapia di grande utilità nella malattia da cui è affetto il paziente-detenuto".
Il detenuto in questione si chiama Enzo Misiano, un nome che brucia perché è stato consigliere comunale per Fratelli d’Italia a Ferno in provincia di Varese ed è coinvolto, assieme ad altri 33, nell'indagine della DDA di Milano "Krimisa", accusato di associazione a delinquere di stampo mafioso. Misiano ha ricevuto una condanna a 8 anni in primo grado ed è in attesa dell'appello, quindi è un detenuto in attesa della sentenza definitiva, quindi ancora "non colpevole" secondo l'art. 27 della Costituzione.
Prima di quel 4 luglio 2019 Enzo Misiano era un cittadino incensurato. Da quel 4 luglio se lo sono rimpallato carcere dopo carcere perché nessun istituto era in grado di affrontare la sua patologia: prima Asti, poi Voghera e poi Parma. A Parma - a seguito della relazione medico legale di cui abbiamo sopra riferito succede il miracolo, il 28 aprile 2020 il Gip con il parere contrario del Pm gli concede la detenzione domiciliare, ma il tutto finisce il 25 settembre quando il Pm ottiene ragione in Cassazione e Misiano ritorna in galera a... Busto Arsizio.
Ma non finisce qui. Lo stesso Gip il 27 novembre scorso respinge la richiesta di detenzione domiciliare con motivazioni che lasciano a dir poco perplessi. "Vero è - si legge - che all'interno della casa circondariale di Busto Arsizio non sono disponibili né le attrezzature né il personale specializzato per far fronte alle necessità di cura dettate dalle condizioni di Misiano Enzo, la cui patologia, stante la complessità del caso, non risulterebbe adeguatamente gestita all'interno della predetta struttura detentiva".
Le condizioni di salute del paziente-detenuto sono però incompatibili con la casa circondariale di Busto "non già con il regime detentivo in sé"; "È pertanto indicato il trasferimento dello stesso presso una struttura dell'amministrazione penitenziaria che preveda un centro clinico provvisto di palestra e soprattutto di personale dedicato o di strutture convenzionate specializzate". Successivamente, nell'ordinanza che respinge l'istanza, si individua la Casa di Reclusione di Opera, "dotata di centro clinico e legata da apposita convenzione alla struttura esterna di cura Centro Don Gnocchi".
Non sono in grado di dirvi ora cosa risponderà - o abbia già risposto - il carcere di Opera in piena pandemia da coronavirus, quel che mi chiedo è: se esiste questa struttura così adeguata (lo vedremo), perché hanno fatto tribolare Enzo Misiano per più di un anno?
Per lui - come purtroppo per migliaia di detenuti - sono sospesi gli articoli 27 e 32 della Costituzione? La giornata mondiale della disabilità (ricorreva ieri, con tanto di messaggio solenne del Presidente della Repubblica) vale anche per coloro che sono detenuti?
Infine, una provocazione. Mi immedesimo, oggi mi viene più facile forse perché sono al 24° giorno di sciopero della fame. Mi immedesimo in un atto quotidiano della vita al quale sicuramente non pensano (pur compiendolo come tutti) i magistrati che hanno sballottato Enzo Misiano da un carcere all'altro. Come si pulisce il culo questo detenuto dopo aver defecato visto che è privo della funzionalità delle mani? Chiama il piantone-detenuto che è un estraneo e non è certo un operatore sanitario?

https://www.ilriformista.it/invalido-al-100-per-100-quale-e-il-carcere-giusto-180724/

Altre news:
TANZANIA: CONDANNE A MORTE COMMUTATE PER 256 PRIGIONIERI DEL BRACCIO DELLA MORTE
USA - Federale. Brandon Bernard, 40 anni, nero, è stato giustiziato.
USA - Anche Amanda Knox, con “Death Penalty Action”, contro le esecuzioni federali.
BANGLADESH: CINQUE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
IRAN - Kamal Asghari giustiziato nella prigione di Mahabad il 9 dicembre.
IRAN - Daniel Divani-Azar giustiziato nella prigione di Miandoab il 9 dicembre.
QATAR: CONFERMATE DUE CONDANNE CAPITALI PER OMICIDIO
INDONESIA: UNA CONDANNA A MORTE PER TRAFFICO DI DROGA
IRAN - Confermata la condanna a morte del giornalista Ruhollah Zam.
NIGERIA: CONFERMATA CONDANNA CAPITALE PER L’OMICIDIO DEL MARITO
PAKISTAN: TRE CONDANNE A MORTE PER STUPRO
ARABIA SAUDITA: CONDANNATO A MORTE PER GLI OMICIDI DI DUE AGENTI DELLA SICUREZZA
EGITTO: AMNESTY RIPORTA 57 ESECUZIONI  A OTTOBRE E NOVEMBRE
CINA: GIUSTIZIATO PER GLI OMICIDI DI DUE SCOLARI
IRAN - Abdollah Mohammadi, minore all'epoca del reato, è stato giustiziato nella prigione di Yazd il 6 dicembre 2020.
COREA DEL NORD: FUCILATO IN PUBBLICO PER AVER VIOLATO NORME ANTI-COVID
BANGLADESH: SETTE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO POLITICO
RDC: 14 CONDANNATI A MORTE PER GLI OMICIDI DI DUE GEMELLI RAPPER
IRAN - La Corte Suprema annulla le condanne a morte di Saeed Tamjidi, Mohammad Rajabi e Amirhossein Moradi.
STATI UNITI: 172 INNOCENTI LIBERATI DAL BRACCIO DELLA MORTE. FALSE PROVE DELL’ACCUSA, FALSI INFORMATORI, PREGIUDIZI RAZZIALI
USA - Imputati di colore intellettualmente disabili e stranieri sproporzionatamente soggetti alla pena di morte.
NIGERIA: TRE CONDANNATI A MORTE PER RAPINE A MANO ARMATA NELLO STATO DI ONDO
INDIA: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO E STUPRO DI UNA BAMBINA
PAKISTAN: UNA CONDANNA CAPITALE CONFERMATA E UN’ALTRA COMMUTATA
BANGLADESH: TRE CONDANNATI ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO DI UN BAMBINO
IRAN - Nasrin Sotoudeh è dovuta tornate in prigione nonostante sia ancora positiva
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE PER GLI OMICIDI DI CINQUE FAMILIARI
USA - Pennsylvania. Roderick Johnson oggi è stato scarcerato.
IRAN - URGENTE: l’esecuzione di Ahmadreza Djalali potrebbe davvero essere imminente.
COREA DEL NORD: GIUSTIZIATI QUATTRO SOLDATI COINVOLTI IN UN CASO DI CONTRABBANDO

[<< Prec] 1 2 3 4 [Succ >>]
2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits