Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

COREA DEL NORD: CINQUE DETENUTI FUCILATI PER AVER CAUSATO ‘DISTURBO’

22 giugno 2023:

Cinque detenuti nel campo di prigionia del distretto di Susong (noto anche come campo n. 25 di Chongjin) sono stati fucilati in pieno giorno a metà maggio, ha riportato una fonte interna alla Corea del Nord il 19 giugno 2023.
Secondo la fonte, che ha parlato a condizione di anonimato, i detenuti di una sezione del campo erano stati portati fuori per lavorare, quando due dei lavoratori risultarono assenti all’appello.
I guardiani del campo trovarono i due prigionieri dispersi che si riposavano in un luogo ombreggiato.
I carcerieri erano così infastiditi per l’incidente che punirono i due facendoli stare in piedi sotto il sole cocente mentre tenevano un secchio d'acqua sul collo. A un altro detenuto fu ordinato di sorvegliarli.
Quando uno dei detenuti crollò e quasi lasciò cadere il secchio, il prigioniero messo a sorvegliare si fece avanti per aiutarlo. Le guardie decisero allora di punire anche lui, che per pietà aveva aiutato un detenuto che subiva una punizione per motivi disciplinari.
In due furono quindi costretti a tenere in equilibrio un secchio d'acqua su un'asse di legno appoggiata sulle loro spalle. I loro destini erano legati: se uno dei due si fosse mosso, il secchio sarebbe caduto a terra, con ulteriore punizione per entrambi.
Intanto, il detenuto che ancora teneva in equilibrio il secchio d'acqua sul collo svenne cadendo a terra.
I carcerieri chiamarono allora il detenuto addetto alla sorveglianza e il detenuto addetto all'appello, infliggendo loro la stessa pena, con l’intenzione di spingere gli altri sorveglianti a essere più diligenti nel proprio compito.
A questo punto erano quattro i detenuti che venivano puniti, a coppie di due. Dopo un po', tutti e quattro caddero a terra contemporaneamente, come se gli fosse stato dato un segnale.
I carcerieri ordinarono loro di alzarsi in piedi, ma uno dei detenuti avrebbe detto: "Preferirei che mi uccidessi!" Questa frase fu ripetuta anche dagli altri tre detenuti.
I militari che stavano osservando la situazione da un posto di guardia si accorsero dell’incidente e subito giunsero sul posto armati di mitra.
Poiché ai detenuti in un campo di prigionieri politici è vietato parlare senza il permesso dei carcerieri, il comportamento di questi detenuti è stato considerato come grave insubordinazione.
È stato emesso un ordine di esecuzione e i quattro detenuti che erano stati puniti e quello che era svenuto sono stati immediatamente fucilati davanti a tutti.
“A fine maggio, la sede centrale del ministero per la Sicurezza di Stato è stata informata che si era verificato un disturbo collettivo che era stato gestito secondo le regole. All'inizio di giugno, il ministero ha inviato dei funzionari al campo per confermare l'accaduto. I funzionari hanno scritto nel loro rapporto finale che diversi detenuti che avevano tentato di assalire una guardia erano stati giustiziati sul posto secondo le linee guida interne", ha detto la fonte.
In Corea del Nord, alcuni campi di prigionieri politici sono gestiti dal Ministero per la Sicurezza dello Stato, mentre altri sono gestiti dal Ministero della Sicurezza Sociale. Il campo nel distretto Susong di Chongjin è tra quelli gestiti dal ministero per la Sicurezza dello Stato.
“Questo incidente non è stato segnalato al Comitato Centrale. La guardia responsabile dell'incidente è stata trasferita in un'altra sezione dello stesso campo di prigionia, senza che questo trasferimento costituisse un rimprovero", ha concluso la fonte.

(Fonte: Daily NK, 22/06/2023)

Altre news:
USA - Florida. Ratificata la condanna a morte di Steven Wolf
CINA: CONDANNA A MORTE CONFERMATA PER UOMO CHE INVESTÌ E UCCISE PEDONI
INDIA: CONDANNATO A MORTE PER LO STUPRO E OMICIDIO DI UNA BAMBINA
USA - Florida. Annullata la condanna a morte di Reynaldo Figueroa-Sanabria
BIDEN TRATTA CON TEHERAN SULLA PELLE DEI MUJAHEDDIN
ONU: LA RUSSIA HA GIUSTIZIATO 77 CIVILI UCRAINI IN DETENZIONE ARBITRARIA
BANGLADESH: QUATTRO CONDANNATI A MORTE PER CRIMINI DI GUERRA COMMESSI NEL 1971
EAU: GRAZIATI DUE FILIPPINI DETENUTI NEL BRACCIO DELLA MORTE
INDIA: IL RECUPERO DEL CONDANNATO E’ POSSIBILE, COMMUTATA CONDANNA A MORTE
ARABIA SAUDITA: DUE YEMENITI GIUSTIZIATI PER TERRORISMO
USA - Florida. Formalizzata la condanna a morte di Joseph Zieler
IRAN - Sanzioni dell’Unione Europea contro altri 7 iraniani
NIGERIA: 78ENNE CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO
FINALMENTE UN PERMESSO PREMIO PER LO SCRIVANO DI REBIBBIA
VIETNAM: TRE TAIWANESI CONDANNATI A MORTE PER TRAFFICO DI DROGA
IN CONGO TRA I PARIA SENZA LIBERTÀ E SENZA DIGNITÀ
IRAN - Ishaq Anshini giustiziato a Zahedan il 14 giugno
IRAN - Mohsen Gomshadzehi e Eshagh Anshini giustiziati a Zahedan il 24 giugno
USA - Florida. Dane Abdool condannato a morte per la seconda volta
BANGLADESH: SETTE CONDANNATI A MORTE E CINQUE ALL’ERGASTOLO PER OMICIDIO
IRAN - Hemin Mostafaei giustiziato il 21 giugno a Sanandaj
USA - 70 anni dopo, i figli dei Rosenberg continuano a perseguire la riabilitazione della madre
ARABIA SAUDITA: SCIITA GIUSTIZIATO PER TERRORISMO
AFGHANISTAN: SECONDA ESECUZIONE PUBBLICA DA QUANDO I TALEBANI HANNO RIPRESO IL POTERE
IRAN - Vahid Seifi giustiziato a Tabriz il 20 giugno
MARSALA: 21 GIUGNO CONFERENZA SU PENA E RIEDUCAZIONE
EMIRATI ARABI UNITI: QUATTRO ASIATICI CONDANNATI A MORTE PER TRAFFICO DI DROGHE
IRAN - Aref Havasi giustiziato a Ilam il 20 giugno
IRAN - Siamak Lutfi giustiziato a Tabriz il 20 giugno
IRAN - Mohsen Samadi giustiziato a Saveh il 19 giugno

1 2 3 4 [Succ >>]
2024
gennaio
febbraio
  2023
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
Convegno a Spoleto
  IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa  
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits