Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

USA - Joe Nathan James
USA - Joe Nathan James
USA - Alabama. 3 ore di ritardo nell'esecuzione di James per problemi a inserire l’endovena

30 luglio 2022:

Ritardo nell'esecuzione di James causato da problemi a inserire l’endovena.
L’Amministrazione Penitenziaria dell'Alabama ha dichiarato venerdì che l'esecuzione di Joe Nathan James è stata ritardata a causa del tempo impiegato ad inserire l’endovena.
Lo stato ha offerto maggiori informazioni sul ritardo di ore che gli osservatori hanno affermato essere preoccupante e insolito.
“Il protocollo afferma che se le vene sono tali da impedire l'accesso endovenoso, il team eseguirà una procedura di linea centrale. Fortunatamente, questo non è stato necessario e con un tempo adeguato è stato stabilito l'accesso endovenoso", ha affermato l'Alabama Department of Corrections in una dichiarazione inviata via email all'Associated Press.
La dichiarazione non ha spiegato quanto tempo ci è voluto per trovare la vena, o quanti tentativi siano stati fatti. Ma un portavoce dell’amministrazione ha confermato le cause del ritardo.
Joe Nathan James è stato messo a morte giovedì notte per l'omicidio nel 1994 della sua ex fidanzata Faith Hall, 26 anni, più di 3 ore dopo il prefissato inizio della procedura.
L'esecuzione era fissata per le 18:00. CDT e la Corte Suprema degli Stati Uniti ha respinto l’ultimo ricorso di James alle 17:24. I giornalisti sono stati portati nel cortile della prigione di Holman con un furgone verso le 18:30. per assistere all'esecuzione, che non è iniziata fino alle 21:04 circa. Il detenuto è stato dichiarato morto alle 21:27.
Un ritardo di tale durata è insolito rispetto alle esecuzioni condotte in Alabama negli ultimi anni.
“I ritardi di 3 ore nell'esecuzione delle esecuzioni dopo che tutte le questioni giudiziarie sono state risolte non sono normali. Non accadono a meno che qualcosa non sia andato storto o lo stato non sia adeguatamente preparato", ha scritto in una e-mail venerdì Robert Dunham, direttore del Death Penalty Information Center.
Lo stato nel 2018 ha annullato l'esecuzione di Doyle Lee Hamm dopo che il personale ha avuto difficoltà a trovare una vena adatta. Il detenuto è stato perforato almeno 11 volte agli arti e all'inguine, secondo il suo avvocato, poiché il personale ha tentato senza successo di inserire il catetere.
Dunham ha affermato che il ritardo con l'esecuzione più recente mostra la necessità di una maggiore trasparenza.
“In un sistema veramente trasparente, i media sarebbero in grado di assistere ai tentativi di inserire l’endovena. Se ci sono volute tre ore per impostare un catetere, questo è un grosso problema, che ricorda il fallito tentativo di esecuzione di Doyle Lee Hamm", ha scritto Dunham in un'e-mail.
Il capo dell’amministrazione penitenziaria dell'Alabama, John Hamm, ha detto ai giornalisti giovedì che "non è successo nulla di straordinario". Alla domanda giovedì se ci fossero state difficoltà a trovare una vena durante l'iniezione letale di James, Hamm aveva risposto: "Non lo so".
“Non posso enfatizzare troppo questa procedura. Stiamo eseguendo la punizione definitiva, l'esecuzione di un detenuto. E abbiamo protocolli e siamo molto intenzionali nel nostro processo e ci assicuriamo che tutto vada secondo i piani. Quindi, se ciò richiede pochi minuti o poche ore, è quello che facciamo", ha detto Hamm ai giornalisti.
In confronto, l'esecuzione di gennaio di Matthew Reeves è stata relativamente rapida. I giornalisti sono partiti per la prigione verso le 20:27 per assistere alla procedura, e Reeves è stato dichiarato morto alle 21:24.
Alla domanda se ci fosse stata qualche resistenza da parte di James, Hamm ha detto: "Nessuna di cui sono a conoscenza".
James non ha mostrato movimenti deliberati in nessun momento durante la parte dell'esecuzione assistita dai media, non ha rilasciato una dichiarazione finale, e aveva gli occhi chiusi. Hamm, rispondendo alle domande, ha negato che James fosse stato sedato in anticipo.

https://apnews.com/article/alabama-executions-government-and-politics-b07f771292d84f77e60550f40bab9d80

(fonte: Associated Press, 30/07/2022)

Altre news:
IRAN - Reza Me'raji e Nemat Valipour giustiziati il 31 luglio
VIETNAM: 5 CONDANNATI A MORTE PER TRAFFICO DI METANFETAMINA
SAN CESARIO DI LECCE: 1° AGOSTO PRESENTAZIONE DEL LIBRO ‘SOFIA AVEVA LUNGHI CAPELLI’
IRAN - Payam Nouri giustiziato ad Ardabil il 31 luglio
IRAN - Ayub Mirzaei giustiziato il 30 luglio a Dizelabad
IRAN - Saeed Shah Bakhsh e Ziaullah Brahui giustiziati a Damghan il 27 luglio
TORNA LA FORCA IN BIRMANIA, MA L’ODIO NON E’ LA RISPOSTA
IRAN - Morteza Falah-Delavar giustiziato a Rasht il 28 luglio
NIGERIA: TRE CONDANNATI A MORTE NELLO STATO DEL NIGER PER OMICIDIO
USA - Alabama. Joe Nathan James, 50 anni, nero, è stato giustiziato
USA - Florida. Bill Roberts, 60 anni, bianco, condannato a morte
USA - Massachusetts. Esonerata formalmente Elizabeth Johnson, l'ultima "strega"
IO CELIACO IN CARCERE, O PAGO O MANGIO RISO
IRAN - Soheila Abedi giustiziata a Sanandaj il 27 luglio
TRINIDAD: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN BAMBINO
KUWAIT: INDIANO CONDANNATO A MORTE PER TRAFFICO DI HASHISH
IRAN - Senobar Jalali giustiziata nella prigione di Rajai-Shahr il 27 luglio
IRAN - Uomo amputato per furto
IRAN - 3 uomini giustiziati a Sanandaj il 27 luglio
IRAN - Faranak Beheshti è stata giustiziata a Urmia il 27 luglio
IRAN - Mohammadreza Arjmandi giustiziato a Bam il 27 luglio
IRAN - Ahmad Ghadimi e Shahram Yadegar giustiziati ad Hamedan il 26 luglio
IRAN - Gholam Nourzehi e Jomeh Barakzehi giustiziati a Isfahan il 26 luglio
SINGAPORE: ESECUZIONE PER TRAFFICO DI CANNABIS
GIAPPONE: TOMOHIRO KATO GIUSTIZIATO PER LA STRAGE DEL 2008
IRAN - 3 uomini non identificati giustiziati il 25 luglio a Mashhad
IRAN - 3 uomini non identificati giustiziati il 25 luglio a Torbat-e-Jam
MYANMAR: GIUNTA MILITARE GIUSTIZIA QUATTRO OPPOSITORI
SOMALIA: TRIBUNALE MILITARE EMETTE CONDANNA CAPITALE
IRAN - Mohammad Izadi giustiziato a Isfahan il 25 luglio

1 2 3 4 5 [Succ >>]
2024
gennaio
febbraio
  2023
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
Convegno a Spoleto
  IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa  
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits