Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

IRAN - Parlamento
IRAN - Parlamento
IRAN - Legge contro i "cittadini giornalisti"

9 giugno 2021:

Legge contro i cittadini giornalisti
La Commissione Giustizia dell'Assemblea consultiva islamica (Parlamento) ha approvato un progetto di legge che, se approvato, può comportare la pena di morte per i cittadini giornalisti che si occupano di pena di morte.
Iran Human Rights condanna il progetto di legge che viola gli standard internazionali sui diritti umani. Il direttore di IHR, Mahmood Amiry-Moghaddam, ha dichiarato: “Invece di adottare misure repressive contro i cittadini giornalisti, il parlamento della Repubblica islamica dovrebbe discutere dell'abolizione delle punizioni disumane come la pena di morte, in particolare delle esecuzioni pubbliche. Questo progetto di legge si rivolge a persone che informano l'opinione pubblica sulle punizioni crudeli e disumane eseguite in Iran".
Secondo l'agenzia di stampa del parlamento ICANA (Islamic Consultative Assembly News Agency), l'Assemblea consultiva islamica ha approvato un "inasprimento delle pene per chi collabora ad azioni di stati ostili contro la sicurezza e gli interessi nazionali".
L'articolo 1 del disegno di legge applica l'accusa di efsad-fil-arz (corruzione sulla terra), che prevede la pena di morte, per "spionaggio o collaborazione con stati ostili". Stessa fattispecie di reato è prevista per "la collaborazione con organizzazioni di copertura o agenzie affiliate alle agenzie di intelligence degli Stati Uniti".
A determinare il grado di ostilità del paese per cui si viene accusati di spiare, o comunque di “collaborare”, sarà un comitato composto da rappresentanti dell'IRGC (Corpo Delle Guardie Della Rivoluzione), del NAJA (Forza disciplinare della Repubblica Islamica dell'Iran), e del Ministero dell'Intelligence, guidato dal rappresentante dello Stato Maggiore delle Forze Armate.
Dato che i funzionari giudiziari e di sicurezza iraniani si riferiscono ad alcune organizzazioni americane per i diritti umani come "istituzioni di copertura affiliate alle agenzie di intelligence degli Stati Uniti", si teme che, se definitivamente approvata, la nuova legge possa essere applicata ai “cittadini giornalisti” e gli attivisti per i diritti umani.
L'articolo 7 della proposta di legge sembra rivolto specificamente agli attivisti per i diritti umani e ai cittadini giornalisti: "Qualsiasi ripresa o fotografia di scene del crimine di reati che comportino la pena di morte, l'ergastolo o le amputazioni, o riprese di scontri, disordini, o atti terroristici nel corso dei quali ci siano morti o feriti, a parte le eccezioni prevista dall’articolo 131 del codice di procedura penale, costituisce reato e gli autori sono condannati alla reclusione di quinto grado. Inoltre, sarà soggetta alla suddetta sanzione anche la pubblicazione o la ripubblicazione dei suddetti video o foto che siano stati realizzati illecitamente, o siano stati legalmente ripresi da CCTV (telecamere a circuito chiuso) e/o con qualsiasi mezzo legale. Nel caso in cui tali video e immagini vengano inviati a reti ostili o straniere, gli autori saranno condannati alla pena massima».
La reclusione di quinto grado varia da due anni a cinque anni.
Il disegno di legge è stato presentato in parlamento il 28 novembre 2020da 78 rappresentanti della linea dura. Il 5 giugno, il giorno dopo l'attacco su Internet del leader supremo Ali Khamenei durante il sermone del venerdì, è trapelata la notizia della proposta di legge ed è stata approvata dall'Assemblea martedì 8 giugno.
A seguito della crescita di Internet e dei social media in Iran, i cittadini hanno filmato e condiviso immagini di violazioni dei diritti umani, comprese esecuzioni pubbliche, fustigazioni, amputazioni, mostrando le terribili violazioni dei diritti umani in atto. Conosciuti come “cittadini giornalisti”, svolgono un ruolo significativo nella segnalazione di violazioni dei diritti umani.

https://iranhr.net/en/articles/4766/

https://www.en-hrana.org/parliament-approves-general-plan-to-reward-individuals-sanctioned-by-hostile-countries-and-increase-punishment-for-espionage

(Fonte: IHR, HRANA)

Altre news:
ETIOPIA: RAGAZZO GIUSTIZIATO IN PUBBLICO IN OROMIA
EGITTO: CONDANNATO A MORTE PER LO STUPRO DI UNA RAGAZZA DISABILE
GAZA: UNA CONDANNA A MORTE PER OMICIDIO
IRAN - Un uomo, non identificato, giustiziato il 9 giugno
TUNISIA: UOMO CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN POLIZIOTTO
ZAMBIA: INSEGNANTE CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO DELLA EX MOGLIE
USA - Secondo messaggio di Gerald Marshall
USA - Texas. Raymond Riles condannato all’ergastolo
COREA DEL NORD: KIM JONG-UN VIETA JEANS E FILM STRANIERI, PENA I CAMPI DI LAVORO E LA MORTE
REGNO UNITO: FAMILIARI DI DUE CONDANNATI A MORTE IN ARABIA SAUDITA CHIEDONO INTERVENTO DI RAAB
IRAN - Sasan Niknafas, attivista civile, morto in carcere
ITALIA - 100 libri donati alla Casa Circondariale di Lecce
COREA DEL NORD: FUNZIONARI GIUSTIZIATI PER ORDINE DELLA SORELLA DI KIM JONG UN
ARABIA SAUDITA: GIUSTIZIATO PER L’OMICIDIO DEL FIGLIO DI 10 ANNI
VIETNAM: CONDANNATO A MORTE PER LO STUPRO E OMICIDIO DI UNA RAGAZZINA
IRAN - Shahin Mirkhani giustiziato nella prigione di Shirvan il 6 giugno
DOPO LA FUCILAZIONE TORNA LA CAMERA A GAS, L’ARIZONA SI ISPIRA AD AUSCHWITZ
OMICIDIO ROBERTO CARABALLO, LA MOGLIE BEVERLY ANN MCCALLUM RISCHIA L’ERGASTOLO OSTATIVO: BLOCCATA L’ESTRADIZIONE
PAKISTAN: ASSOLTA COPPIA CRISTIANA CHE ERA STATA CONDANNATA A MORTE PER BLASFEMIA
USA - Texas. Noah Espada condannato all’ergastolo “semplice”
ANCHE PER GIOVANNI BRUSCA VALGONO I PRINCIPI DI NESSUNO TOCCHI CAINO
EAU: INDIANO EVITA L’ESECUZIONE GRAZIE AL ‘PREZZO DEL SANGUE’ VERSATO DA UN BUSINESSMAN
USA - Sondaggio di Pew Research Center: minore supporto per la pena di morte
IRAN - Ebrahim Ahmadi giustiziato il 2 giugno nella prigione di Tabriz
CINA: MAESTRO ELEMENTARE CONDANNATO A MORTE PER GLI STUPRI DI DIVERSE BAMBINE
PAKISTAN: DUE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO A RAWALPINDI

[<< Prec] 1 2 3
2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits