Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Kenneth Makina
Kenneth Makina
ZAMBIA: INSEGNANTE CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO DELLA EX MOGLIE

9 giugno 2021:

L'Alta Corte di Lusaka, nello Zambia, ha condannato all’impiccagione Kenneth Makina, un insegnante, per l'omicidio della sua ex moglie Charity Jikubi, ha riportato The Mast il 9 giugno 2021.
Makina è stato inoltre condannato a 25 anni di carcere per aver ferito il suo proprietario di casa Eustace Kapotwe, docente presso la Zambia Open University.
Il giudice Pixie Yangailo ha ordinato che le sentenze decorrano contemporaneamente dalla data dell'arresto, avvenuto il 13 febbraio 2019.
In quella data Makina avrebbe ucciso Jikubi, un agente di polizia, che era andata a recuperare un guardaroba che aveva lasciato nell’abitazione dell’ex marito, sparando inoltre alla gamba destra di Kapotwe, con l’intenzione di causargli gravi lesioni.
In sua difesa, Makina ha affermato di essere stato attaccato da Jikubi, da sua nipote, dal padrone di casa e da un falegname, quando la sua ex moglie era andata a riprendersi l'armadio.
Ha detto di averle permesso di entrare in casa per smontare l'armadio, ma in seguito la donna avrebbe iniziato a insultarlo.
Makina avrebbe allora detto alla sua ex di smettere di offenderlo, mentre il suo padrone di casa lo avrebbe aggredito nel tentativo di spingerlo dentro casa, a quel punto l’imputato ha avuto paura che Jikubi potesse usare contro di lui lo spray al peperoncino e avrebbe sparato alla gamba dell’uomo.
Ha aggiunto che per paura che Jikubi usasse lo spray, ha sparato due volte alla mano della donna.
Il giudice Yangailo ha respinto la tesi dell'autodifesa, dal momento che Makina non ha spiegato quale motivo avrebbe avuto il suo padrone di casa per attaccarlo, mentre in precedenza l’imputato aveva sostenuto che l’uomo si limitasse a proteggere Jikubi.
Il giudice Yangailo ha affermato che anche i risultati dell’autopsia contraddicono la versione di Makina poiché mostrano che l’uomo ha sparato a Jikubi sulla spalla e sulla natica sinistra.
Il giudice ha detto che la tesi della provocazione è ugualmente respinta poiché nessuno dei testimoni ha confermato che Jikubi avesse insultato Makina, per cui l’imputato è stato ritenuto colpevole rispetto alle accuse.
In cerca di attenuanti, Makina ha detto di aver riflettuto sulle sue azioni mentre si trovava in custodia e che questi pensieri lo avrebbero perseguitato per il resto della sua vita.
Ha chiesto al giudice di essere clemente, concedendogli la possibilità di cambiare.
Emettendo la sentenza, il giudice Yangailo ha affermato che i crimini commessi da Makina sono diventati prevalenti nella società.
Il giudice ha concluso che Jikubi voleva solo riprendersi un guardaroba e Makina l'ha uccisa per questo.
Ha detto di aver osservato il comportamento dell’imputato durante il processo, notando che non sembrava pieno di rimorso o ferito dal fatto che qualcuno che conosceva personalmente e viveva con lui fosse morto a causa delle sue azioni.
“Hai fornito la tua versione con tono di sfida e non sembravi consapevole della gravità delle accuse. Questa corte fallirebbe nel suo dovere se non emettesse una punizione adeguata che invii un messaggio chiaro alla società", ha affermato.
"Tu (Makina) devi ora affrontare le conseguenze delle tue azioni poiché i crimini per i quali sei stato riconosciuto colpevole comportano l'ergastolo e la condanna a morte obbligatoria, in assenza di circostanze attenuanti".
Il giudice Yangailo ha condannato l’imputato a 25 anni di reclusione con lavori forzati per atti commessi per causare lesioni gravi e all’impiccagione per omicidio commesso in assenza di circostanze attenuanti.
“Possa il Signore avere pietà della tua anima; entrambe le sentenze decorrono contemporaneamente dalla data dell'arresto”, ha concluso il giudice.

(Fonte: The Mast, 09/06/2021)

Altre news:
ETIOPIA: RAGAZZO GIUSTIZIATO IN PUBBLICO IN OROMIA
EGITTO: CONDANNATO A MORTE PER LO STUPRO DI UNA RAGAZZA DISABILE
GAZA: UNA CONDANNA A MORTE PER OMICIDIO
IRAN - Un uomo, non identificato, giustiziato il 9 giugno
IRAN - Legge contro i "cittadini giornalisti"
TUNISIA: UOMO CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN POLIZIOTTO
USA - Secondo messaggio di Gerald Marshall
USA - Texas. Raymond Riles condannato all’ergastolo
COREA DEL NORD: KIM JONG-UN VIETA JEANS E FILM STRANIERI, PENA I CAMPI DI LAVORO E LA MORTE
REGNO UNITO: FAMILIARI DI DUE CONDANNATI A MORTE IN ARABIA SAUDITA CHIEDONO INTERVENTO DI RAAB
IRAN - Sasan Niknafas, attivista civile, morto in carcere
ITALIA - 100 libri donati alla Casa Circondariale di Lecce
COREA DEL NORD: FUNZIONARI GIUSTIZIATI PER ORDINE DELLA SORELLA DI KIM JONG UN
ARABIA SAUDITA: GIUSTIZIATO PER L’OMICIDIO DEL FIGLIO DI 10 ANNI
VIETNAM: CONDANNATO A MORTE PER LO STUPRO E OMICIDIO DI UNA RAGAZZINA
IRAN - Shahin Mirkhani giustiziato nella prigione di Shirvan il 6 giugno
DOPO LA FUCILAZIONE TORNA LA CAMERA A GAS, L’ARIZONA SI ISPIRA AD AUSCHWITZ
OMICIDIO ROBERTO CARABALLO, LA MOGLIE BEVERLY ANN MCCALLUM RISCHIA L’ERGASTOLO OSTATIVO: BLOCCATA L’ESTRADIZIONE
PAKISTAN: ASSOLTA COPPIA CRISTIANA CHE ERA STATA CONDANNATA A MORTE PER BLASFEMIA
USA - Texas. Noah Espada condannato all’ergastolo “semplice”
ANCHE PER GIOVANNI BRUSCA VALGONO I PRINCIPI DI NESSUNO TOCCHI CAINO
EAU: INDIANO EVITA L’ESECUZIONE GRAZIE AL ‘PREZZO DEL SANGUE’ VERSATO DA UN BUSINESSMAN
IRAN - Ebrahim Ahmadi giustiziato il 2 giugno nella prigione di Tabriz
USA - Sondaggio di Pew Research Center: minore supporto per la pena di morte
PAKISTAN: DUE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO A RAWALPINDI
CINA: MAESTRO ELEMENTARE CONDANNATO A MORTE PER GLI STUPRI DI DIVERSE BAMBINE

[<< Prec] 1 2 3
2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits