Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

USA - Pew Research Center
USA - Pew Research Center
USA - Sondaggio di Pew Research Center: minore supporto per la pena di morte

2 giugno 2021:

Un nuovo sondaggio di Pew Research Center pubblicato oggi registra un minore supporto per la pena di morte, ma al contempo suggerisce che il modo di porgere le domande può cambiare di molto i risultati. Infatti il sondaggio, condotto in parte per telefono e in parte via internet, conferma una tendenza già notata negli scorsi anni: a parità di altri parametri, chi risponde via internet sembra avere meno “freni”, e in media è 9/12 punti più favorevole alla pena di morte di chi risponde al telefono.
I dati principali del sondaggio sono:

  • Circa il 60% degli adulti statunitensi è favorevole alla pena di morte per le persone condannate per omicidio (in calo rispetto al 65% nell'agosto 2020), incluso il 27% che la "favorisce fortemente", mentre il 39% si oppone alla pena di morte, compreso un 15% che è " fortemente contrario».
  • Circa il 78% degli adulti statunitensi ha affermato che esiste il rischio che una persona innocente possa essere giustiziata ingiustamente e solo il 21% ritiene che siano in atto procedure adeguate a prevenire tali errori
  • Circa l'85% degli adulti di colore ha affermato che i neri hanno maggiori probabilità dei bianchi di essere condannati a morte per crimini gravi, mentre solo il 49% dei bianchi sostiene questa opinione.
  • Nel complesso, il 63% degli adulti americani ha affermato che la pena di morte non scoraggia le persone dal commettere reati gravi, mentre circa la metà, il 48%, dei sostenitori della pena di morte pensa che abbia un effetto deterrente.
  • Circa il 77% dei repubblicani è favorevole alla pena di morte per omicidio (in calo dall'84% nel 2019) mentre solo il 46% dei democratici è a favore (in calo dal 49% nel 2019).
  • Per razza, bianchi e asiatici (63% ciascuno) e ispanici (56%) sono favorevoli alla pena di morte per omicidio, mentre è favorevole il 49% degli adulti neri.

Pew ha rilevato che durante gli ultimi 3 sondaggi sulla pena di morte, gli intervistati online erano 9-12 punti percentuali più propensi a dire di essere a favore della pena capitale rispetto agli intervistati che hanno fornito risposte a un intervistatore dal vivo per telefono. Pew ritiene che "le domande dei sondaggi che riguardano argomenti sensibili o controversi - e le opinioni sulla pena di morte potrebbero essere uno di questi argomenti - potrebbero avere maggiori probabilità di suscitare risposte diverse tra le modalità". Questa differenza, ha postulato, è "forse attribuibile al pregiudizio della desiderabilità sociale".
Courtney Kennedy, direttrice dei sondaggi Pew, ha dichiarato al New York Times che i ricercatori erano "assolutamente" convinti che il bias di desiderabilità sociale fosse il fattore più significativo nelle differenze tra le risposte ai sondaggi online e telefonici. La pena di morte, ha detto Kennesy, è "un argomento un po' delicato, sensibile, e ammettere di avere un'opinione che ha implicazioni così profonde per qualcun altro - non tutti vogliono prendere una posizione netta davanti ad uno sconosciuto".
Per questo motivo, Pew ha modificato la metodologia nei sondaggi sulla pena di morte: dalle interviste telefoniche ai sondaggi online. Tuttavia, ha affermato, i sondaggi telefonici continuano a "fornire una base per esaminare i cambiamenti a lungo termine nell'atteggiamento del pubblico nei confronti della pena di morte". Questi sondaggi, ha osservato Pew, "hanno mostrato un costante calo del sostegno alla pena di morte negli Stati Uniti dalla metà degli anni '90".
Il sondaggio ha rilevato differenze significative in base a razza, età, istruzione e appartenenza politica degli intervistati. Il 64% dei bianchi e degli asiatici ha dichiarato di sostenere la pena di morte, rispetto al 56% degli ispanici e al 49% dei neri. Il sostegno alla pena capitale era più alto tra gli adulti di età compresa tra 50 e 64 anni (69%), scendendo al 60% tra gli over 65, al 58% tra quelli di età compresa tra 30 e 49 anni e al 51% tra quelli di età compresa tra 18 e 29 anni.
Il fatto che gli intervistati fossero favorevoli o contrari alla pena di morte era inversamente correlato al loro livello di istruzione. Quelli con un titolo di studio liceale o inferiore avevano maggiori probabilità di favorire la pena di morte (68%), scendendo al 63% tra quelli con una certa istruzione universitaria, al 49% tra i laureati e al 44% tra quelli con istruzione post-laurea.
Il 77% dei repubblicani - e l'82% dei repubblicani che si sono identificati come conservatori - ha dichiarato di essere a favore della pena di morte, con il 23% e il 17%, rispettivamente, di essere contrari. Il 53% dei democratici – e il 64% di quelli che si identificano come liberali – ha dichiarato di essere contrario alla pena di morte, contro il 46% e il 36%, rispettivamente, di chi si dichiara favorevole.
Il sondaggio è stato condotto tra il 5 e l’11 aprile 2021 su un campione di 5109 persone.

https://deathpenaltyinfo.org/news/pew-poll-support-for-death-penalty-declining-but-higher-in-internet-polling-than-phone-polling

https://www.nytimes.com/2021/06/02/us/politics/death-penalty-polls.html

https://www.pewresearch.org/politics/wp-content/uploads/sites/4/2021/06/PP_2021.06.02_death-penalty_REPORT.pdf

(Fonte: DPIC, New York Times, 02/06/2021)

Altre news:
ETIOPIA: RAGAZZO GIUSTIZIATO IN PUBBLICO IN OROMIA
EGITTO: CONDANNATO A MORTE PER LO STUPRO DI UNA RAGAZZA DISABILE
GAZA: UNA CONDANNA A MORTE PER OMICIDIO
IRAN - Legge contro i "cittadini giornalisti"
IRAN - Un uomo, non identificato, giustiziato il 9 giugno
TUNISIA: UOMO CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN POLIZIOTTO
ZAMBIA: INSEGNANTE CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO DELLA EX MOGLIE
USA - Secondo messaggio di Gerald Marshall
USA - Texas. Raymond Riles condannato all’ergastolo
REGNO UNITO: FAMILIARI DI DUE CONDANNATI A MORTE IN ARABIA SAUDITA CHIEDONO INTERVENTO DI RAAB
COREA DEL NORD: KIM JONG-UN VIETA JEANS E FILM STRANIERI, PENA I CAMPI DI LAVORO E LA MORTE
COREA DEL NORD: FUNZIONARI GIUSTIZIATI PER ORDINE DELLA SORELLA DI KIM JONG UN
IRAN - Sasan Niknafas, attivista civile, morto in carcere
ITALIA - 100 libri donati alla Casa Circondariale di Lecce
ARABIA SAUDITA: GIUSTIZIATO PER L’OMICIDIO DEL FIGLIO DI 10 ANNI
IRAN - Shahin Mirkhani giustiziato nella prigione di Shirvan il 6 giugno
DOPO LA FUCILAZIONE TORNA LA CAMERA A GAS, L’ARIZONA SI ISPIRA AD AUSCHWITZ
OMICIDIO ROBERTO CARABALLO, LA MOGLIE BEVERLY ANN MCCALLUM RISCHIA L’ERGASTOLO OSTATIVO: BLOCCATA L’ESTRADIZIONE
PAKISTAN: ASSOLTA COPPIA CRISTIANA CHE ERA STATA CONDANNATA A MORTE PER BLASFEMIA
VIETNAM: CONDANNATO A MORTE PER LO STUPRO E OMICIDIO DI UNA RAGAZZINA
USA - Texas. Noah Espada condannato all’ergastolo “semplice”
EAU: INDIANO EVITA L’ESECUZIONE GRAZIE AL ‘PREZZO DEL SANGUE’ VERSATO DA UN BUSINESSMAN
ANCHE PER GIOVANNI BRUSCA VALGONO I PRINCIPI DI NESSUNO TOCCHI CAINO
IRAN - Ebrahim Ahmadi giustiziato il 2 giugno nella prigione di Tabriz
CINA: MAESTRO ELEMENTARE CONDANNATO A MORTE PER GLI STUPRI DI DIVERSE BAMBINE
PAKISTAN: DUE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO A RAWALPINDI

[<< Prec] 1 2 3
2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits